click

Devi Rinnovare la Patente?
Verifica le nostre offerte.

Devi Rinnovare la Patente?
Verifica le nostre offerte.

News » Patente a punti: quasi 20.000 automobilisti circolano a zero punti!

Data di pubblicazione: 15-11-2017
Sono passati poco più di 14 anni da quando fu introdotta la patente a punti, nel lontano 2003. Periodo di tempo in cui gli automobilisti hanno bruciato qualcosa come 122 milioni e mezzo di punti. I dati giungono dal Ministero dei Trasporti, e fotografano una situazione in chiaroscuro per quanto riguarda il comportamento degli italiani alla guida.

Quasi 20.000 infatti gli automobilisti che circolano senza più punti, mentre quasi 99.000 rischiano di terminarli, con un saldo punti compreso tra 9 e 0. All'esaurimento dei punti è obbligatorio ripetere l'esame di teoria e pratica, dato che l'azzeramento causa l'immediata revoca della patente. Al contrario, per i guidatori più virtuosi che non commettono infrazioni è previsto un bonus automatico di due punti ogni due anni che consente di reintegrare automaticamente i punti persi per strada, fino ad un massimo di 30. Ricordiamo inoltre che per i neopatentati le sanzioni in termini di punti vengono raddoppiate.
 
Ecco una breve lista delle infrazioni:
-1 punto
Mancato uso o utilizzo improprio delle luci
Sistemazione dei passeggeri e/o animali e/o oggetti non idonea
-2 punti
Inosservanza della segnaletica stradale o delle segnalazioni degli agenti
Trasporto in sovraccarico o in sovrannumero su autovetture
Sosta in corrispondenza della fermata di autobus e filobus
-3 punti
Inosservanza delle condizioni generali per effettuare un sorpasso
Distanza di sicurezza inadeguata (in caso di collisione con danni lievi)
Non fermarsi all'invito di un agente;
Rifiutarsi di esibire i documenti richiesti o di far ispezionare il veicolo;
Eccesso di velocità superiore a 10 km/h e inferiore a 40 km/h.
-4 punti
Circolare contromano;
Uso errato delle corsie;
Fuggire in caso di incidente con soli danni a cose non così gravi da aver determinato la revisione della patente.
-5 punti
Circolare senza casco o con casco allacciato in maniera inadeguata
Mancato uso delle cinture di sicurezza
Uso di cuffie sonore o abuso di cellulari durante la guida
Mancata precedenza a veicoli di soccorso (autoambulanze, polizia, vigili del fuoco)
Omesso uso di lenti quando prescritte
-6 punti
Mancato rispetto del segnale "STOP", precedenza omessa o del semaforo rosso
Violazioni ai comportamenti previsti ai passaggi a livello
Eccesso di velocità superiore a 40 km/h e inferiore a 60 km/h
-8 punti
Mancato rispetto della distanza di sicurezza che ha causato incidente con gravi danni alle cose
Non dare la precedenza ai pedoni sulle strisce
Invertire la marcia in prossimità o in corrispondenza di incroci, curve e dossi
-10 punti
Gareggiare in velocità con veicoli a motore, con sfide organizzate e non autorizzate
Eccesso di velocità superiore a 60 km/h
Circolare contromano su curve, dossi ed in ogni caso di scarsa visibilità
Effettuare sorpassi pericolosi
Effettuare retromarce su autostrade
Guidare in stato di ebbrezza da alcool, droghe o rifiutare gli accertamenti atti a verificare il proprio tasso alcolemico o il proprio stato psicofisico
Fuggire in caso di incidente con gravi danni ai veicoli e/o alle persone
Forzare posti di blocco
 
Ma quali sono dunque gli automobilisti più virtuosi?
Dai dati del Ministero emerge che siano gli abitanti di Valle D'Aosta e Basilicata, i più indisciplinati invece quelli di Friuli Venezia Giulia e Lombardia. Ragionando in valori assoluti, invece, la maglia nera degli automobilisti che circolano senza punti spetta alla Lombardia (3.991), seguita da Campania (2.195) e Piemonte (1.793). Per quanto riguarda le province, il record di automobilisti a 0 punti si registra in quella di Napoli (1.560), davanti a Milano (1.355) e Roma (1.347).