click

Devi Rinnovare la Patente?
Verifica costi e date.

click
COME RINNOVARE FAQ CONTATTI
Devi Rinnovare la Patente?
Verifica costi e date.

Patenti non rinnovabili con il nostro servizio

(leggi il dettaglio limitazioni d'uso)

News » Controlli Polstrada: Auto Italiane in pessime condizioni. Ecco cosa rischiano gli automobilisti.

Data di pubblicazione: 30-07-2022

L’indagine annuale “Vacanze Sicure”, condotta sulle strade italiane dagli agenti della Polstrada in collaborazione con Assogomma, ha dato risultati definiti sconfortanti, i peggiori mediamente di sempre. Su quasi 13.500 vetture controllate oltre un terzo presentava irregolarità.
 

Secondo i dati elaborati sul modello del Politecnico di Torino in Italia risultano immatricolate quasi 40 milioni di vetture con un’età media di 12 anni e 3 mesi, ma sono quasi il 60% quelle con oltre 10 anni di età (dato in continuo peggioramento). L’età media del campione di vetture controllate è più giovane della media nazionale (9 anni e 10 mesi), quindi dovrebbe mostrare una migliore condizione e questo aggrava la preoccupazione.

Particolare enfasi è stata riposta sulla condizione delle gomme dei veicoli.

 

La condizione degli pneumatici
 

Il campione analizzato ha mostrato come sui veicoli come meno di 10 anni in un caso su quattro (quindi il 25% delle autovetture) presentavano problemi agli penumatici, dato che sale al 40% per quelli con oltre 10 anni di anzianità.

Gli pneumatici lisci (cioè con battistrada inferiore a 1,6 mm) sono una costante che si attesta mediamente al 9% per tutte le età dei veicoli controllati.

I veicoli con equipaggiamento non omogeneo sono circa il 2,5% del campione. Si tratta di quelle automobili che montano pneumatici di marche o modelli diversi sullo stesso asse, cosa vietata.

I danneggiamenti visibili ad occhio nudo sono presenti nel 5,4% del campione, il doppio rispetto al passato. Si tratta di ernie o tagli profondi che possono essere l’anticamera di un cedimento strutturale dello pneumatico, cioè lo scoppio. Questa casistica è da tenere sott’occhio soprattutto in estate quando le temperature sono particolarmente elevate, il manto stradale è rovente e le vetture sono gravate di un carico di passeggeri e bagagli.
 

Le vetture fermate che presentavano pneumatici privi di omologazione sono circa il 3% del totale. Si tratta di una non conformità particolarmente grave che prevede oltre ad una sanzione pecuniaria la possibilità del ritiro della carta di circolazione e la mandata in revisione del veicolo.

 

LEGGI ANCHE - Revisione auto: adesso spetta il rimborso. Online la piattaforma per richiedere il rimborso di 9,95 euro


 

Cosa prevede la legge: multe e non solo

Tutti gli automobilisti sorpresi a viaggiare con un mezzo che abbia pneumatici non a norma di sicurezza rischia una multa da 85 a 337 euro e 2 punti della patente (art. 79 del Codice della Strada).

Le indicazioni sono:

  • battistrada con disegno in rilievo ben visibile in tutta la sua larghezza e in tutta la sua circonferenza;
  • profondità degli intagli principali del battistrada di almeno 1,6 mm per gli autoveicoli, 1 per i motoveicoli e 0,50 per i ciclomotori
     

Se gli agenti che contestano l’infrazione trovano che ci sia anche un’aggravante metereologica che influisca sulla sicurezza si rischia il fermo del veicolo. In pratica guidare con gomme lisce se piove o nevica è sinonimo di reato e costa un altro punto (per un totale di 3) sulla patente, oltre ad ulteriori spese amministrative e il costo del carroattrezzi.
 

Inoltre, si può circolare solo con le misure di pneumatici previste sul libretto di circolazione della macchina. Nel caso in cui le autorità fermino un automobilista con pneumatici non corrispondenti, quest’ultimo incorrerà in una sanzione che va da 422 a 1695 euro, più il ritiro della carta di circolazione e l'obbligo di sottoporre l'auto al collaudo presso un ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri.

 

I consigli per gli automobilisti

In un periodo in cui sulle nostre strade c’è più traffico per gli esodi estivi verso le località montane e balneari, è importante affrontare il viaggio con la vettura in ordine. Prima di tutto occorre avere gomme gonfie e in buono stato perché quei pochi centimetri quadrati di gomma sono l’unico punto di contatto tra il nostro veicolo e il suolo. Su di essi dobbiamo contare per frenare, ammortizzare, dare direzionalità, trasportare carichi. Il buon senso dovrebbe bastare, ma meglio controllare.