click

Devi Rinnovare la Patente?
Verifica costi e date.

click
Devi Rinnovare la Patente?
Verifica costi e date.

Patenti non rinnovabili con il nostro servizio

(leggi il dettaglio limitazioni d'uso)

News » VERSTAPPEN IN POLE PER UN SOFFIO IN OLANDA, LA MINACCIA VIENE DA FERRARI E MERCEDES

Data di pubblicazione: 03-09-2022

La fortuna aiuta gli audaci - si dice - ma qui non bisogna appellarsi alla buona sorte. Ci sono voluti il coraggio, il talento e la determinazione di Verstappen per battere la Ferrari. In una qualificazione che, come avevo previsto, è stata disputata su livelli altissimi, il pilota della Red Bull, davanti al suo pubblico in delirio (anche un po’ troppo con i fumogeni che volavano in pista) ha messo in fila alle spalle Leclerc e Sainz, staccati di un soffio. I numeri parlano chiaro: Max ha conquistato la 17.a pole della sua carriera con 21 millesimi di vantaggio su Charles e 93 su Carlos. Ci è riuscito proprio negli ultimi metri della pista infilando la retta d’arrivo come una furia, senza badare troppo a cordoli e successivi traballamenti della sua monoposto. Quindi oggi il campione in carica partirà davanti a tutti.

 

Una situazione ben diversa sotto tutti gli aspetti se guardiamo alla gara della scorsa settimana in Belgio. A Spa Verstappen e Leclerc, entrambi penalizzati per la sostituzione del cambio erano scattati dal 14° e dal 15° posto. Ma l’olandese aveva segnato il miglior tempo infliggendo al monegasco un distacco di quasi 7 decimi. Miracolosamente, su un circuito certamente più adatto alle caratteristiche della F1-75, la Ferrari è riuscita a recuperare le prestazioni mostrate dall’inizio della stagione. Ed ora, almeno sulla carta, la partita per la vittoria è aperta.

 

Molto si giocherà al via. La pista di Zandvoort è avara di spazi per favorire i sorpassi. Fra l’altro, scattando dalla seconda posizione Leclerc potrebbe prendere la sia della Red Bull e presentarsi in testa alla prima curva che si trova sulla sua traiettoria ideale. Allo spegnimento dei semafori rossi si può prevedere una gran bagarre, perché sono almeno sei i piloti alle spalle di Verstappen che cercheranno di guadagnare subito delle posizioni, da Leclerc a Sainz, ma anche Hamilton, Perez, Russel e Norris.

 

La qualificazione, fra l’altro, ha lasciato anche una scia di larvate polemiche. Perez, piuttosto in difficoltà, è uscito di pista andando leggermente a sbattere, provocando una situazione da bandiera rossa che ha definitivamente bloccato la sessione. Hamilton, molto soddisfatto della sua Mercedes, si è lamentato: «Potevo - ha detto - conquistare anche la prima fila».

 

Nel gioco per la vittoria e il podio possiamo mettere quindi anche la squadra tedesca, perché Russel non è da meno dell’inglese. Sarà certamente un Gran Premio all’ultimo respiro, quindi spettacolare. «Siamo molto più forti qui rispetto allo scorso weekend - ha commentato Leclerc -, ed è qualcosa di positivo. Penso che il nostro passo gara potrà essere molto solido. Siamo attaccati alla Red Bull. Ma dovremo fare una gran partenza e poi si vedrà». Il pilota della Ferrari ha anche spiegato perché non è riuscito a ottenere una pole posizion che poteva essere sua: «Peccato. Sono solo 21 millesimi e so dove li ho persi perché so cosa ho fatto in curva 10. L'errore mi è costato abbastanza, circa 1 decimo, mentre tutte le altre curve le ho affrontate come volevo. Al limite. Devo dire che sono abbastanza sorpreso di essere così vicino, specie considerando come andavano le Red Bull nelle precedenti sessioni con le gomme usate. Erano molto più forti di noi. Per fortuna nella terza abbiamo colmato il gap. Quindi non sono troppo deluso per avere perso la pole. Abbiamo una Ferrari che può puntare in alto».

 

Cristiano Chiavegato

 

Programma: GP Olanda ore 15, diretta tv SKY Sport F1, ore 18 differita TV8