click

Devi Rinnovare la Patente?
Verifica costi e date.

Devi Rinnovare la Patente?
Verifica costi e date.

Patenti non rinnovabili con il nostro servizio

(leggi il dettaglio limitazioni d'uso)

News » Rinnovo della patente: quando scade, dove rinnovare, quanto costa ed altre informazioni utili

Data di pubblicazione: 20-07-2019

Devi rinnovare la patente?
 

Con questo articolo cercheremo di chiarire i tanti dubbi di chi deve rinnovare la patente di guida.

Parleremo di quando scade la patente, della durata delle patenti in funzione delle categorie, cosa occorre per il rinnovo della patente, i costi e le sanzioni in cui si incorre guidando con patente scaduta.

Cercheremo di chiarire anche alcuni aspetti legati alle patologie (patologie visive, diabete, apnee notturne) che possono influire sul rinnovo della patente di guida.
 

Come si rinnova la patente?
 

Rinnovare la patente consiste nel sottoporsi ad accertamento sanitario (fondamentalmente vengono verificate le capacità visive, dell'udito, lo stato di salute generale (assenza di tremore, stati di ansia ecc)
 

Chi rinnova la patente?
 

L'accertamento sanitario viene fatto da medici abilitati ai sensi dell'articolo 119 del codice della strada. Questi medici sono inseriti in un apposito elenco consultabile sul Portale dell'automobilista e sono medici che appartengono:

  • alle forze Armate (medici Militari)
  • alle forze di Polizia (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigile del Fuoco)
  • alle Ferrovie dello Stato
  • alle A.S.L
     

Cosa succede dopo la visita?
 

Al termine dell'accertamento sanitario, il medico, comunica al Ministero dei trasporti, attraverso il Portale dell'automobilista, l'idoneità alla guida del conducente.
Stampa il documento sostitutivo di guida che consente di guidare in attesa che arrivi la nuova patente (con il documento sostitutivo si può guidare anche se la patente è scaduta, su tutto il territorio Nazionale, ma non all'estero.)
La nuova patente di guida viene inviata dalla Motorizzazione (e non dal medico o dall'autoscuola) direttamente all'indirizzo che il titolare di patente avrà indicato al medico come indirizzo di recapito del nuovo documento.
Questo indirizzo può essere diverso dall'indirizzo di residenza.

La nuova patente viene di norma inviata entro 4-5 giorni lavorativi successivi alla visita.
Tuttavia, in caso di ritardo (superati i 15 giorni di attesa)  senza aver ricvuto la nuova patente, si può contattare:

-il numero verde 800979416 di Poste Italiane, che fa riferimento ad un risponditore automatico attivo 24 ore su 24 che fornisce informazioni circa la spedizione;

-il numero verde 800232323 del Ministero dei Trasporti, fruibile dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30.Risponde un operatore, a cui si può chiedere il numero dell’assicurata con la quale è stata spedita la patente ma anche altre informazioni utili, ad esempio relative al cambio di residenza e il duplicato della patente in caso di furto o smarrimento.

 

 

Cosa succede se non è stato possibile consegnare la patente (ad esempio per assenza di persone a casa)?
 

Nel caso in cui non sia stato possibile consegnare la patente, il documento viene restituito al Ministero dei trasporti che provvede ad annullarla. Sarà quindi necessario contattare il numero verde 800232323 e chiedere la stampa e l’invio di una nuova patente.
 

Vediamo di seguito le casistiche che Poste Italiane ha chiarito in caso di mancata consegna della patente.
 

  • Assenza del destinatario al primo tentativo di consegna della patente. Il postino lascia un avviso e si potrà concordare telefonicamente una nuova data di consegna, entro 10 giorni dalla telefonata.
  • Assenza del destinatario alla data dell’appuntamento concordato per la consegna della patente. Il postino lascia un avviso che comunica che verrà effettuato un ulteriore tentativo tra l’undicesimo e il trentesimo giorno dal primo tentativo.
  • Assenza del destinatario all’ultimo tentativo di recapito a domicilio della patente. Il postino lascia un avviso di giacenza che indica l’ufficio postale presso cui è possibile ritirare la patente, che sarà conservata in detto ufficio per 60 giorni a partire dalla data dell’avviso stesso.
  • Annullamento della patente. Trascorsi i 60 giorni di cui al punto precedente, la patente verrà riconsegnata al Ministero dei Trasporti che procederà ad annullamento e distruzione del documento.

 

Perchè per rinnovare la patente bisogna fare una foto?
 

Quando si fa il rinnovo della patente, viene stampata una nuova patente di guida. Con apposito decreto infatti, per conformarsi alle normative Comunitarie, sono stati aboliti i bollini adesivi e tutte le scritte " a penna" che erano presenti sulle vecchie patenti.

Per questa ragione, quando si rinnova la patente è necessario produrre una foto tessera oppure una foto tipo tessera ma in formato jpg
 

Quando scade la patente?
 

La scadenza della patente è riportata sul documento di guida al punto 4B ed è quella la data a cui bisogna attenersi.

La durata della patente di guida varia in relazione all’età del conducente e alla tipologia di patente che si possiede.

Per fare uno schema semplice possiamo dire che:

 

le Patenti  A e B:
 

· hanno una validità di  10 anni fino ai 50 anni di età del titolare

· hanno una validità di  5 anni per chi ha un'età compresa tra 50 e 70 anni del titolare

· hanno una validità di  3 anni per chi ha superato  i 70 anni

  • hanno una validità di  2 anni per chi ha superato gli 80 anni
     

Patente C

· hanno una validità di  5 anni fino ai 65 anni di età

· hanno una validità di  2 anni dopo i 65 anni
 

Patente D

· hanno una validità di  5 anni fino ai 60 anni di età

· hanno una validità di  1 anno dopo i 60 anni

 

La patente di categoria E ha la stessa validità della patente a cui è associata (BE, CE, etc.)


Quanto tempo prima e dopo della scadenza si può rinnovare la patente?

La patente può essere rinnovata da quando mancano meno di 4 mesi alla scadenza riportata su documento di guida e non oltre i tre anni successivi alla scadenza.

Cosa succede se la patente è scaduta?

 

E' vietato guidare con la patente scaduta (articolo126 del cds). La guida con patente scaduta implica infatti una sanzione amministrativa che va da 155 euro a 624 euro e la sanzione accessoria del ritiro immediato del documento di guida da parte degli organi di Polizia.

Inoltre bisogna prestare attenzione al fatto che in caso di incidente, l'assicurazione potrebbe applicare il diritto di rivalsa: pagare cioè il danno salvo poi rivalersi sul titolare di patente scaduta. Non è prevista decurtazione dei punti

Tuttavia se non ci si mette alla guida la patente può essere rinnovata fino a 3 anni dopo la scadenza

Se però la patente è scaduta da oltre 3 anni la Motorizzazione potrebbe chiedere di sottoporsi ad apposito esame di revisione "(la revisione viene richiesta quando sorgono dubbi sulla persistenza dei requisiti alla guida....)"
Tuttavia il Ministero dei Trasporti, con la circolare n. 705/2009 chiarisce che "passati i tre anni dalla scadenza sarà la Motorizzazione Civile a valutare caso per caso la necessità di procedere con la revisione della patente o meno. Molto dipende anche dagli eventuali chiarimenti portati dall’interessato al rinnovo tardivo della patente"

 

La regola del compleanno
 

L'articolo 7 del decreto legge 9 febbraio 2012.ha stabilito la cosiddetta "regola del compleanno": a partire dal 19 Gennaio 2013 quando si rinnovano lepatenti di Categoria A e B, queste avranno la scadenza che coinciderà con la data del compleanno del titolare della patente.
 

Rinnovo della patente per chi ha compiuto  gli 80 anni
 

Una semplificazione è stata apportata anche per i possessori di patente che abbiano superato gli 80 anni: per questi soggetti infatti la patente viene rinnovata per un massimo di 2 anni senza però sottoporsi alla visita presso la Commissione medica locale: è sufficiente recarsi presso un medico accertatore come per qualsiasi altro rinnovo della patente
 

Non ci sono più i tagliandi adesivi - Per ogni rinnovo patente di guida nuova
 

In passato quando ci sottoponeva al rinnovo della patente veniva inviato un tagliando adesivo da apporre sulla vecchia patente. Questi spesso però diventavano illeggibili e comunque non ritenuti più idonei dalle norme comunitarie. Pertanto è stato introdotto l'automatismo del duplicato: quando la patente viene rinnovata viene contestualmente stampata una nuova patente di guida che la Motorizzazione invierà direttamente presso il domicilio del titolare di patente (o presso un indirizzo da questi indicato). Il costo della spedizione , a carico del destinatario, è di Euro 6,86,  e vanno pagati all'incaricato della consegna.

In attesa della nuova patente, che comunque arriva nel giro di pochi giorni lavorativi, il medico accertatore rilascerà un permesso provvisorio di guida. Il permesso provvisorio è valido solo sul territorio nazionale , pertanto è vietata la guida all'estero senza essere in possesso della patente di guida aggiornata.

L'obbligo del duplicato impone una novità: quando si rinnova la patente bisogna portare con se una foto-tessera che sarà quella presente sulla nuova patente di guida

 

Quanto costa rinnovare la patente?
 

I costi per rinnovare la patente sono i seguenti:

  • costo della visita medica (varia in funzione del medico e dalla città ma di norma va dai 20 ai 50 euro
  • costo diritti della motorizzazione: si pagano su c/c 9001 . 10,70 euro
  • imposta di bollo: si paga su c/c postale 4028 e costa 16 euro
  • costo dell'agenzia: varia dai 30 ai 60 euro
  • costo della spedizione (la lettera assicurata che invia la Motorizzazione è acarico del destinatario). Al momento il costo è di Euro 6,86
     

Cosa serve per rinnovare la patente?
 

Quello che serve per rinnovare la patente è:

  • patente di guida (e documento di identità valido  se la patente fosse già scaduta)
  • codice fiscale
  • 1 foto tessera (fondo chiaro ed inquadratura frontale)
  • bollettino postale pagato su c/c 9001 di euro 10,20
  • bollettino postale pagato su c/c 4028 di euro 16,00
  • visita medica effettuata da un medico accertatore (articolo 119 del cds): medici militari, delle Ferrovie, ASL, Polizia di Stato, Vigili del fuoco
  • Al momento della visita bisognerà firmare in presenza del medico accertatore un'autocertificazione sull'assenza delle varie patologie



Rinnovare la patente Italiana all'Estero
 

La circolare n.30/99 del Ministero dei Trasporti che stabilisce come ci si deve comportare per rinnovare la patente quando si risiede all'estero:

Se il titolare di una patente italiana si stabilisce in uno Stato membro dell’Unione europea, la patente scaduta deve essere rinnovata dagli uffici Consolari Italiani stabiliti in quel Paese. Naturalmente la patente di guida Italiana non deve essere stata revocata a seguito di conversione in Patente estera.

Sul sito del Ministero degli Esteri Italiano è possibile consultare dove si trovano le nostre sedi Diplomatiche all'estero, gli indirizzi ed i recapiti delle ambasciate e  consolati di vostro interesse, ed i relativi siti internet, all'interno dei quali è consultabile la sezione dedicata alla patente di guida e alle modalità di rinnovo.


Rinnovo di patente speciale

 

La patente speciale è la patente rilasciata alle persone diversamente abili e che permette loro di guidare veicoli della categoria A, B,C,D.
Il rinnovo della patente di persone invalide e disabili prevede una visita presso la Commissione Medica Locale.
Ricordiamo che la patente speciale autorizza la guida di veicoli che siano modificati ed adattati alle problematiche anatomiche, funzionali o sensoriali della persona.

I comandi di questi veicoli sono opportunamente adattati in funzione della disabilità del titolare della patente speciale. Questi adattamenti vengono prescritti dalla Commissione medica locale, autorità medica che rilascia il certificato medico necessario al conseguimento o al rinnovo della patente speciale.

La commissione medica locale, al momento dell'accertamento sanitario, può stabilire una durata diversa della validità della patente in funzione delle patologie del titolare. La durata viene indicata sul certificato medico ed indicato quindi sulla nuova patente di guida.
 

Il rinnovo della patente speciale, salvo diversa scadenza stabilita dalla Commissione medica locale, va fatto ogni 5 anni o ad intervalli inferiori se il caso specifico dell’interessato lo richiede.



Cambio di residenza sulla patente

Il cambio di residenza sulla patente viene fatto direttamente dal Comune presso cui ci si reca per comunicare la variazione di residenza. Si compila un modulo che viene poi trasmesso direttamente dal Comune al Ministero dei trasporti il quale provvederà ad aggiornare i propri archivi.

Questo aggiornamento non richiede il rilascio di una nuova patente in quanto l'indirizzo di residenza non è più presente sui documenti di guida.
 

Variazione dei dati sulla patente (cognome, nome ecc)
 

Nel caso che i dati debbano essere "allineati" a quelli in possesso negli archivi della Motorizzazione, il rinnovo della patente non avviene in modo automatizzato: in pratica il medico non comunicherà direttamente alla motorizzazione l'idoneità alla guida ma stamperà un certificato medico con il quale il titolare della patente, dovrà recarsi presso un ufficio Provinciale della Motorizzazione per richiedere un Duplicato patente per "allineamento dati anagrafici"
 

Rinnovo patente per diabetici
 

Il rinnovo della patente di persone diabetiche, richiede, oltre alla documentazione già elencata in precedenza, un certificato di idoneità alla guida rilasciata a seguito di visita diabetologica.
 

Rinnovo patente epilessia
 

Chi soffre di epilessia in fase di rinnovo patente deve presentare un documento di idoneità compilato e sottoscritto da un neurologo di una struttura pubblica. Tutta la documentazione va presentata alla Commissione Medica competente e per ottenere il rinnovo occorre un periodo libero da crisi di almeno un anno.
 

Furto o smarrimento della patente: cosa bisogna fare?
 

“In caso di furto, smarrimento o distruzione della patente di guida o della carta di circolazione, va presentata denuncia entro le 48 ore presso un ufficio di polizia il quale rilascia un’attestazione provvisoria.
Per la patente di guida è necessario portare due fotografie e un documento di identità. Il costo per ottenere il duplicato del documento è di 15,86 euro. Sempre per la patente se entro 45 giorni dalla denuncia il duplicato del documento non è ancora pervenuto si possono chiedere informazioni al numero verde 800-232323 del ministero dei Trasporti.”

 

Dove si può rinnovare la patente?
 

È possibile rinnovare la patente su tutto il territorio nazionale, indipendentemente dalla luogo di residenza. Inoltre è possibile farsi recapitare la nuova patente presso qualsiasi indirizzo ma non all'estero.
 

Aspetti medici
 

Conseguimento/Rinnovo Patente e vista

(TAG: visus, acuità visiva, sensibilità al contrasto, sensibilità all’abbagliamento, campo visivo, campo visivo computerizzato, monocolo, visione crepuscolare, daltonico, daltonismo, discromatopsia.)

 

Il codice della strada  riporta i requisiti visivi necessari per  il rilascio ed il rinnovo della patente di guida.

Per le patenti del gruppo I (AM,A, B, BE, BS) possono essere abilitati sia i soggetti  con visione binoculare che monoculare.

I soggetti con visione monoculare devono raggiungere una acuità di almeno 8/10 nell’occhio residuo,  con eventuale correzione ottica. La correzione può essere di qualsiasi valore diottrico.

I soggetti con visione binoculare devono possedere una visione complessiva di almeno 7/10 con non meno di 2/10 con l’occhio peggiore. Nel caso, si possono utilizzare lenti di qualsiasi valore diottrico e non ha importanza la differenza tra le due lenti.

Ma non solo l’acuità visiva è importante.

Altro importantissimo elemento da valutare è l’estensione del campo visivo (campimetria). Pur  con qualche differenza tra visione  monoculare e binoculare, essenzialmente il campo visivo deve essere ampio 120° sul piano orizzontale e non deve a vere difetti in sede centrale. In genere, nei casi necessari,  si effettua un esame specifico come il Campo visivo computerizzato binoculare secondo Esterman.

Ancora si deve valutare  la capacità di distinguere gli oggetti dopo un abbagliamento (velocità di recupero) e in differenti condizioni di contrasto, con dei test specifici.

Non è invece più necessario il controllo della visione dei colori (nessun problema per chi è daltonico o discromatopsico).

Per le patenti del gruppo II (C, D, K, CQC) sono necessari dei requisiti di acuità maggiori.

Occorre sempre  un visus binoculare (il monocolo è ammesso solo in casi eccezionali). Bisogna raggiungere i 12/10 complessivi , con almeno 4/10 al peggiore e non meno di 8/10 al migliore ( Per esempio 7/10 per ciascun occhio non è sufficiente!!).

Il campo visivo deve essere più esteso : 160° sul piano orizzontale.

L’obbligo di uso di lenti è annotato sulla patente con il codice 01

In caso di deficit dei parametri segnalati in precedenza ci si potrà recare presso una Commissione  Medica Locale della ASL che valuterà se con alcune limitazioni di orario o percorsi sia ancora possibile la guida.

 

Rinnovo Patente e udito

(TAG: udito, apparecchi acustici, protesi uditive, patente speciale, sordi, non udenti)

 

Sia per il conseguimento della patente del gruppo I che II è necessario verificare i requisiti uditivi.

Per le patenti del gruppo I è sufficiente un udito non inferiore a metri 2 per ciascun orecchio :normale voce conversata con distinzione delle parole (fonemi).

 Tale requisito può essere raggiunto anche con l’uso di protesi auricolari (apparecchi acustici), il cui uso sarà semplicemente annotato sulla patente con il codice 02.

Qualora non si possegga il requisito uditivo e le protesi non riescano e/o le protesi acustiche no siano efficaci sarà ancora possibile conseguire la patente recandosi presso una Commissione Medica Locale (CML) di alcune ASL per certificare l’idoneità ad una patente “speciale” (AS BS), dove sarà annotato unicamente l’obbligo di guida utilizzando sempre due specchi laterali (ormai tutte le auto e le moto ne sono dotate!)

Per il gruppo II sono necessari almeno 8 metri come somma sinistra + destra con non meno di 2 metri per l’orecchio peggiore.

 E’ possibile raggiungere il requisito con protesi uditive,  però in questo caso  solo recandosi in CML. La patente sarà sempre del tipo”speciale” (CS, DS) e soggetta ad alcune limitazioni.

 I Non Udenti non possono conseguire/rinnovare patenti di guida del gruppo II.

 

Apnee notturne

Le apnee notturne potrebbero ostacolare il rinnovo della patente, perchè si viene considerati “soggetto pericoloso per la sicurezza stradale”.
Il Ministero dei Trasporti infatti chiarisce che:

“La patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti affetti da disturbi del sonno causati da apnee ostruttive notturne che determinano una grave ed incoercibile sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell’attenzione non adeguatamente controllate con le cure prescritte”

 

Rinnovo Patente e Diabete Mellito
 

diabete, diabete mellito, insulina, antidiabetici, emoglobina glicosilata, relazione diabetologica, complicanze del diabete

 

Essere affetto da diabete mellito in terapia con insulina o con antidiabetici orali comporta sempre la necessità di esibire al medico certificatore una relazione diabetologica.

 La relazione deve essere redatta da un diabetologo di ente pubblico, non deve essere anteriore a tre mesi dal momento della visita per la patente. La norma detta alcuni punti specifici che il diabetologo deve certificare: in genere vi è un modello, un fac-simile, adottato dai vari centri specialistici apposta per la certificazione “uso patente”.

Per i soggetti che devono conseguire/rinnovare la patente del gruppo I sarà sufficiente esibire la relazione diabetologica . Qualora vi sia un “compenso” buono  o perlomeno ancora  accettabile  (cioè la emoglobina glicosilata sia inferiore a 9%),  in assenza di complicanze, il medico procederà alla certificazione, generalmente con una riduzione del periodo di validità.

Qualora il compenso non sia accettabile o in presenza di complicanze ad esempio per la retina, il cuore, i reni , sarà necessario recarsi presso una CML.

Per i soggetti che devono conseguire/rinnovare la patente del gruppo II è invece sempre obbligatorio recarsi in CML  esibendo la relazione diabetologica specifica.